Con le conoscenze attuali si può affermare che la precaria condizione dell’ecosistema intestinale è sovente causa di molte malattie cronico-degenerative capaci di compromettere l’equilibrio psico-fisico e quindi alterare lo stato di benessere del nostro corpo.

Un intestino perfettamente funzionante garantisce un corretto assorbimento dei nutrienti e una buona difesa immunitaria nell’organismo.

Quando questi equilibri vengono meno si manifestano numerosi disturbi: flatulenza, digestione difficile, alterazione della peristalsi, astenia per scorretto assorbimento di nutrienti e per inadeguata eliminazione di rifiuti tossici, infezioni ricorrenti in tutto l’organismo, cefalea, fino ad arrivare ad alterazioni organiche quali emorroidi e diverticoli.

Per ripristinare un corretto equilibrio e funzionamento dell’attività intestinale servono un corretto stile di vita (attività fisica moderata, corretta evacuazione), un buon regime alimentare (molta frutta, verdura e fibra in genere), bere molto (fino a 2 litri di acqua al giorno).

Per correggere i disturbi funzionali e lo stato irritativo e infiammatorio intestinale si può ricorrere all’IDROCOLONTERAPIA.

 

INDICAZIONI

  • Stitichezza
  • Sindrome del colon irritabile
  • Diarrea
  • Gonfiore addominale
  • Aerofagie/meteorismo
  • Micosi intestinale e cutanea
  • Candida vaginale
  • Cistiti ricorrenti
  • Ipotono del colon
  • Malattia diverticolare del colon non in fase acuta
  • Morbo di Crohn non in fase acuta
  • Retto colite ulcerosa non in fase acuta
  • Emorroidi non in fase acuta
  • Riabilitazione delle disfunzioni colon-retto-anali
  • Pulizia del colon prima di un intervento chirurgico
  • Preparazione alla colonscopia o ad altre indagini strumentali e radiologiche per l’apparato digerente
  • Intolleranze alimentari
  • Deficit immunitari
  • Affezioni cutanee (acne, micosi, psoriasi, eczemi)
  • Cefalee
  • Prostatiti croniche

CONTROINDICAZIONI

  • Stenosi del colon-retto-ano
  • Tumori del colon-retto
  • Sub-occlusioni intestinali in atto
  • Morbo di Crohn e retto colite ulcerosa in fase acuta
  • Recenti interventi chirurgici sul colon-retto
  • Diverticoliti
  • Emorragie gastrointestinali
  • Disturbi anorettali in fase acuta come emorroidi, fistole, ragadi e ascessi
  • Gravidanza nel primo trimestre
  • Scompenso cardiaco
  • Insufficienza renale
  • Infarto intestinale

Prima di programmare la terapia è consigliabile effettuare la Visita Medica finalizzata a escludere le principali controindicazioni, per programmare il numero di sedute necessarie e a integrare il trattamento con una dieta corretta e con  una terapia medica domiciliare specifica a seconda della patologia che si deve trattare.

 

ESECUZIONE

 Si tratta di un lavaggio di tutto il colon e favorisce l’eliminazione di cellule morte, muco, flora batterica alterata che causa disbiosi e funghi come la candida. In questo modo viene stimolata la proliferazione della flora batterica “amica”, in grado di sfiammare e sostenere l’attività del colon.

E’ quindi sbagliato pensare che l’idrocolon sia semplicemente un clistere potenziato.

L’acqua immessa distende delicatamente il colon e stimola la contrazione del viscere che la elimina attraverso il tubo di scarico; il lavaggio intestinale è sempre accompagnato da un massaggio esterno addominale per rilassare le viscere e favorire l’ingresso e l’uscita dell’acqua e del materiale fecale senza traumi.

Riempiendo  e svuotando alternativamente il grosso intestino si realizza un idromassaggio depurativo e si promuove una ginnastica viscerale che aiuta a migliorare le funzioni intestinali.

La metodica, in mani esperte, è indolore e inodore.

La seduta dura complessivamente 60 minuti.

 

Una volta terminata la terapia il paziente può riprendere normalmente la sua attività